LUCA VIOLINI in "PRIMA DELLA PIOGGIA" Radioteatro

 

Radioteatro

 

PRIMA DELLA PIOGGIA

 

2 OTTOBRE 2021

 

SALA ITALIA ore 21.15

 

Uno spettacolo di LUCA VIOLINI, con la partecipazione degli allievi del corso avanzato di lettura.

 

Ingresso gratuito con prenotazione al 320.5623974

 

 

 

 

SABATO 2 OTTOBRE alle ore 21.15, presso la SALA ITALIA di SERRA DE' CONTI, LUCA VIOLINI proporrà lo spettacolo di RadioTeatro
“PRIMA DELLA PIOGGIA” in cui insieme a lui, in scena, ci saranno 13 allievi del corso avanzato di lettura, che debuttano su questo palco al termine di un laboratorio teatrale in lettura: Antonella Azzaloni – Lucilla Dubbini – Francesca Cervati - Anna Corsini – Valeria Cupis – Fabiola Fava - Antonella Malvestiti – Lucia Olivi – Luca Romani - Francesca Rossetti – Carla Troiani – Paolo Usmiani - Stefano Vecchi
(Suono e Luci: Riccardo Vitali)


Lo spettacolo, ad INGRESSO GRATUITO ( con prenotazione al n. 320.5623974) , è supportato dal Patrocinio del Comune di Serra de' Conti e dal contributo di cinque Aziende che credono fortemente nell'importanza della Cultura: Il Centro Computer & Software, Filax, Francesco Marano Servizi per la Moda, Mordi & Fuggi, Studio odontoiatrico Dr. Stefano Vecchi e Associati.

 

Lo spettacolo “Prima della pioggia” descrive un mondo che non c’è più.
Un mondo che è il mondo che conosciamo oggi, e che un giorno, senza preavviso, è sparito.
O forse no. Forse non è giusto dire “senza preavviso”. I segnali c’erano tutti da parecchio tempo, per chi sa guardare. I segnali che identificavano un mondo vecchio, stanco, senza valori e senza motivo di perpetuarsi nel futuro.
Dopo la pioggia ci sono solo pochi sopravvissuti, che cercano di sopravvivere in piccole comunità che sono il microcosmo di quel che eravamo, e che rappresentano le facce che hanno composto la civiltà di prima, quella che la pioggia ha spazzato via.
Dopo la pioggia ci sono solo piccoli sopravvissuti dall’anima lacerata tra il senso di colpa per quel che sono stati, complici di un sistema assurdo e senza assoluzione, e la umanissima voglia di continuare a sperare, di ammettere il peccato, gettarselo alle spalle e guardare avanti.
Prima della pioggia la speranza altro non era che una funzione del sistema, il risultato di un’equazione o di un ingranaggio. Dopo la pioggia la speranza è solo la fiducia nel destino, l’affidarsi al caso o ad un incomprensibile progetto divino, qualcosa che ci traghetti al di là di questi giorni duri, e ci schiuda le porte del futuro. Ma è molto difficile, dopo la pioggia, che si creino le condizioni per sopravvivere e per progettare il domani.
Allora la tentazione è rimpiangere il mondo di prima, non fosse altro perché le sue false certezze permettevano di illudersi ed il sistema era costruito un modo da fornire alibi a buon mercato per tutti. Ma ora, col senno di un domani minacciato, è difficile non vedere quanto fosse assurda, ed ipocrita la vita di prima, e quanto anche quello che poteva sembrare un ideale era, alla fine, fondato sulla menzogna.
Dopo la pioggia c’è tanto tempo per il rimpianto, per i bilanci, e per i sogni. C’è tanto tempo per le ammissioni di colpa, che forse sarebbero state più utili prima, che cominciasse a piovere. Dopo la pioggia c’ tanto tempo per riconoscere il malinteso su cui era fondata la vita di quasi tutti. La parodia di felicità dietro la quale ci affannavamo e che disperatamente tentavamo di afferrare, senza neanche renderci conto che si trattava di una felicità adulterata.
La pioggia separa due mondi, apparentemente ambedue senza speranza.
Ma mentre il primo era destinato al fallimento, affogato nel suo stesso bluff, l’altro invece, pur spietato come solo un mondo governato dalla natura può essere, ha forse uno spiraglio di speranza. O quantomeno, una possibilità di riprovare a costruire il futuro.
Il prezzo, che forse sarebbe stato meglio non pagare, è che ora questo futuro è per pochi.


LUCA VIOLINI
E' una delle più importanti e note voci nel panorama del doppiaggio cinematografico, documentaristico, pubblicitario, televisivo e radiofonico nazionale.
In qualità di speaker è la voce de La7, e dei canali Blaze Tv, Cielo, Dmax, Dove Tv, Focus, Food Network, Fox Life, History Channel, Istituto Luce, Lei, Leonardo, Marco Polo, Mediaset, National Geographic, National Geographic Wild, Netflix, Rai 5, Real Time, Sky arte, Sky Atlantic, Sky on demande, Sky uno, Top Crime, per la realizzazione di trailers, comunicati, documentari, reality, speaker sponsor e promo.
La sua è la voce di numerosi attori tra cui Alec Baldwin, Bruce Payne, Chazz Palminteri, Daniel Baldwin, Dolph Lundgren, James Russo, Mickey Rourke, Matt Dillon, Ron Silver, Steve Buscemi, Steven Seagal, Tom Wilkinson, nonché di molti personaggi dei cartoni animati tra cui Floogals, Fangbone, Garfield, Hercules, Mike il carlino, Ollie & Moon, The Mask, Ranma 1/2, The Regular Show, Tommy e Oscar, Sam il pompiere, Scemo più Scemo, School of Roars, Wakfu, We Bare Bears. Fra i vari programmi di successo doppiati possiamo citare Case su Misura, Case da Incubo, George Klark in “Case fuori dal comune”, Bill Goldberg ne “il Signore dei coltelli”, Waldemar Januszczak in “Luci e ombre del Rinascimento”, Lego Master.
Oltre all’attività di doppiatore svolge anche quella della Direzione del doppiaggio.
Da anni è docente in corsi di dizione, comunicazione, lettura, interpretazione del testo, speakeraggio e doppiaggio.