Il Matrimonio

Per sposarsi con rito civile

Per poter celebrare un matrimonio civile, gli sposi devono presentarsi all'Ufficio Stato Civile con i propri documenti d'identità, in originale e in fotocopia.

 

Può presentare la pratica:

 

 

- uno degli sposi, con delega a eseguire le pubblicazioni su carta semplice firmata dallo sposo assente e copia del documento di identità del delegante;

 

 

- una terza persona, con delega a eseguire le pubblicazioni su carta semplice firmata da entrambi gli sposi e copie dei documenti di identità dei deleganti.

 

 

Conclusa la procedura di pubblicazione di matrimonio, il Comune rilascia il Certificato di avvenuta pubblicazione, documento necessario per fissare la data del matrimonio.

 

 

Per matrimoni da celebrare a nelle sale del Comune di Serra de' Conti il certificato viene conservato dall'Ufficio Stato Civile. Al termine delle pubblicazioni, gli sposi possono prenotare la data del matrimonio e la Sala.

I nubendi che intendono utilizzare le sale comunali, dovranno pertanto provvedere al versamento delle seguenti somme:


- € 150,00 per matrimoni celebrati nei giorni feriali ed in orario di ufficio (08,00 - 14,00) sabato escluso,
- € 250,00 per matrimoni celebrati il sabato, nei giorni festivi e nei giorni feriali al di fuori dell'orario di ufficio

 

Il Comune durante la celebrazione del matrimonio omaggerà gli sposi con una lettura di una poesia, di scrittori celebri, da parte del Sindaco; la stessa poi su pergamena verrà regalata agli sposi.

L'amministrazione comunale al termine della cerimonia offrirà un brindisi agli sposi e testimoni, con una bottiglia di spumante delle nostre terre.

 

 

 

 

 

Per sposarsi con rito religioso (con effetti civili)

Per poter celebrare un matrimonio religioso (rito cattolico o altro rito riconosciuto dallo Stato Italiano) gli sposi devono presentarsi all'Ufficio Matrimoni con:

 

- documenti di identità, in originale e in fotocopia

- richiesta di pubblicazioni civili rilasciata dal Ministro di Culto che ha proceduto alle pubblicazioni religiose

 

Può presentare la pratica:

- uno degli sposi, con delega a eseguire le pubblicazioni su carta semplice firmata dallo sposo assente e copia del documento di identità del delegante;

- una terza persona, con delega a eseguire le pubblicazioni su carta semplice firmata da entrambi gli sposi e copie dei documenti di identità dei deleganti.

 

Conclusa la procedura di pubblicazione di matrimonio, il Comune rilascia il Certificato di avvenuta pubblicazione, documento da consegnare al Ministro di Culto che celebrerà il matrimonio.

 

Notizie utili sul matrimonio

Il matrimonio comporta automaticamente il regime patrimoniale di comunione dei beni (solo per gli acquisti effettuati dopo il matrimonio).

I coniugi possono scegliere il regime di separazione dei beni, dichiarandolo all'atto del matrimonio, oppure dopo, davanti a un notaio.

In caso di separazione dei beni ciascun coniuge rimane proprietario esclusivo anche dei beni che ha acquistato dopo il matrimonio.

Se esiste un divorzio precedente, non è necessario presentare alcun documento, ma occorre accertarsi che la situazione anagrafica sia aggiornata, prima di avviare la procedura di pubblicazione.

 

Documenti per il matrimonio: casi particolari

Autorizzazione del Tribunale civile

Per le donne vedove da meno di 300 giorni che intendono risposarsi prima di tale termine.

 

Copia della sentenza di divorzio emessa dall'autorità estera

Per le donne (italiane e straniere) che hanno ottenuto il divorzio all'estero, quando non sono trascorsi 300 giorni dalla data di scioglimento o cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio.

In questo caso, per poter celebrare il nuovo matrimonio, è necessaria avere l'autorizzazione del Tribunale Civile.

 

Autorizzazione del Tribunale per i minorenni

Per chi ha compiuto 16 anni e intende contrarre matrimonio prima della maggiore età.

 

Nullaosta o certificato di capacità matrimoniale per i cittadini stranieri

Il nullaosta e il certificato di capacità matrimoniale sono rilasciati dall'autorità diplomatica competente del proprio paese.

Il nullaosta deve essere preventivamente legalizzato presso la Prefettura di Ancona, se non vi sono convenzioni internazionali tra l'Italia e lo Stato di appartenenza dello sposo o della sposa che ne stabiliscano l'esenzione.

Se il nullaosta presenta dati anagrafici incompleti, è necessario anche un estratto di nascita su modello plurilingue (o tradotto da Consolato, Ambasciata o perito traduttore).

 

per i Residenti all'Estero: se entrambi gli sposi sono residenti all'estero (iscritti all'AIRE) la pubblicazioni di matrimonio vanno eseguite rivolgendosi al Consolato Italiano competente per territorio rispetto all'indirizzo di residenza. Se uno solo degli sposi è residente all'estero (iscritto all'AIRE) e l'altro è residente a Serra de' Conti le pubblicazioni possono essere fatte indistintamente presso il Consolato o presso il Comune. E' comunque suggeribile eseguirle nel luogo dove verrà celebrato il matrimonio.

 

Immagini delle Sale disponibili nella sede municipale del Comune di Serrà de Conti

La sala utilizzata per la cerimonia è situata all'interno della sede comunale ed è la sala del Consiglio, recentemente ristrutturata ed affrescata dal pittore Bruno d'Arcevia.

 
Sala del Consiglio Comunale
Sala del Consiglio Comunale
 
 
Sala del Consiglio Comunale
Sala del Consiglio Comunale
 
 
Chiostro di San Francesco
Chiostro di San Francesco
 
 
Sala del Consiglio Comunale
Sala del Consiglio Comunale
 
 
Sala del Consiglio Comunale
Sala del Consiglio Comunale
 
 
Sala del Consiglio Comunale - dettaglio
Sala del Consiglio Comunale - dettaglio
 
 

Riferimenti

Responsabile: Marcella Manna
Indirizzo: Serra de' Conti - Piazza Gramsci, n°19
Numero Telefonico:
0731.871743 (Resp.Marcella Manna)
0731.871740 (Istruttore Antonella Morbidelli)
Fax: 0731.879290
Email:m.manna@comune.serradeconti.an.it
demografici@comune.serradeconti.an.it