Richiesta di Accesso agli atti amministrativi

Domanda di accesso agli atti consiste nella richiesta di prendere visione oppure di prendere in esame, con rilascio di copia (eventualmente autenticata) di documenti amministrativi. L'accesso può essere informale o formale.

-   Accesso informale (articolo 5, DPR n. 184 del 12.4.2006): richiesta, anche verbale, esaminata immediatamente e senza formalità. È esercitabile qualora, in base alla natura del documento richiesto, non risulti l'esistenza di controinteressati .

-   Accesso formale (articolo 6, DPR n. 184 del 12.4.2006): richiesta scritta. È previsto qualora non sia possibile l'accoglimento immediato della richiesta in via informale, ovvero sorgano dubbi sulla legittimazione del richiedente, sulla sua identità, sui suoi poteri rappresentativi, sulla sussistenza dell'interesse alla stregua delle informazioni e delle documentazioni fornite, sull'accessibilità del documento o sull'esistenza di controinteressati. La domanda viene esaminata e formalmente accolta, differita o respinta.

 

Riferimenti

Referente: Raul Mancinelli
Indirizzo: Serra de' Conti - Piazza Gramsci, n°19
Numero Telefonico: 0731.871727 (Raul Mancinelli)
0731.871729 (Protocollo-Archivio)
Fax: 0731.879290
Email:
info@comune.serradeconti.an.it
r.mancinelli@comune.serradeconti.an.it
c.ceresani@comune.serradeconti.an.it
e.spaghetti@comune.serradeconti.an.it
 

Modalità di richiesta

L'interessato deve essere portatore di un interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso (articolo 22 della legge n. 241 del 1990).

 

Normativa di riferimento

-   DPR 12.4.2006, n. 184. Regolamento recante disciplina in materia di accesso ai documenti amministrativi.

-   DLGS 30.6.2003, n. 196. Codice in materia di protezione dei dati personali. Disponibile anche qui.

-   DPR 27.6.1992, n. 352. Regolamento per la disciplina delle modalità di esercizio e dei casi di esclusione del diritto di accesso ai documenti amministrativi, in attuazione dell'art. 24, comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 241, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi.

-   Legge 7.8.1990, n. 241. Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministratvi.

 

Adempimenti e costi

Indipendentemente dal tipo di accesso - informale o formale - il richiedente deve

-   Indicare

o   Le proprie generalità

o   Se necessario, il proprio potere rappresentativo

o   Gli estremi del documento oggetto della richiesta ovvero gli elementi che ne consentano l'individuazione

o   Il proprio interesse alla tutela di situazioni giuridicamente rilevanti e che è a motivazione della richiesta stessa; ove occorre, il richiedente deve comprovare tale interesse

o   Il tipo di accesso richiesto: sola visione, in copia non autenticata, copia autenticata

-   Produrre le eventuali marche da bollo da € 14,62 cadauna da applicare (solo ) sulla/e copia del/i documento/i, se richiesta/e conforme/i all'originale (articolo 7, comma 7, del regolamento comunale sul diritto di accesso). Per i casi di esenzione, vedasi la scheda: Esenzione dall'imposta di bollo

-   Pagare il costo delle eventuali fotocopie.

 

Note

L'ufficio che riceve la richiesta di accesso formale rilascia ricevuta (è sufficiente il timbro di protocollo apposto sul modulo della richiesta).

Il diritto all'accesso è negato qualora dalla divulgazione dei documenti possa derivare una lesione alla sicurezza e alla difesa nazionale, quando i documenti riguardino la vita privata o la riservatezza di persone fisiche e persone giuridiche (articolo 24, legge n. 241 del 1990).

Contro i provvedimenti di diniego, l'interessato può ricorrere al giudice amministrativo (TAR).

Secondo specifico parere espresso dalla Commissione per l'accesso (n. 6 in questo documento), "... di massima, durante il periodo di pubblicazione del documento, l'accesso può ritenersi soddisfatto dalla pubblicazione medesima, almeno per ciò che concerne la visione del documento, ferma restando la possibilità per il richiedente di estrarre copia del documento pubblico. Spirati i termini di affissione del documento, secondo il regime previsto dalla L. n. 241/90, il richiedente deve far constare il proprio interesse qualificato all'accesso". Interesse che permarrebbe anche dopo l'avvenuta pubblicazione qualora la richiesta di accesso pervenisse da un cittadino residente.